CARMEN MINUTOLI – Giornalista – Sito Ufficiale

dicembre 30, 2011

FOGLI – PERFORMANCE di ARTE CONTEMPORANEA

L’ARTE CONTEMPORANEA   “PRENDE FORMA” FRA DANZA, FOTOGRAFIA, SCULTURA, PITTURA, ARCHITETTURA…( e prossimamente POESIA)…  

a cura di Carmen Minutoli
Una performance di Arte Contemporanea che apre nuove prospettive al concetto e all’espressione artistica ed esprime dei contenuti attraverso delle forme coordinate in un insieme organico  fra danza, fotografia, scultura-pittura, installazione architettonica. Ambiti diversi in stile, materia, strumentazione; oggetti simbolici che hanno sempre e comunque un significato caratterizzante, in modo specifico, l’idea dei “Fogli” e della  chair (carne)….Non un dialogo tra arti diverse ma una diversa forma d’arte, ricerca sulla visibilità e nella visibilità. E in effetti potrebbe trattarsi della nascita di un nuovo periodo storico-sociale, perché se è vero che non può esservi un’arte al di fuori del proprio tempo e della propria storia,  “Fogli” si presta bene alla novità e costituisce un “documento” non solo storico, ma anche sentimentale per le forti emozioni che la performance suscita fra gli spettatori i quali vengono come “rapiti” dalla suggestiva scenografia, dalle musiche e dal fruscio lieve dei Fogli sapientemente “maneggiati” dalle abili movenze di Katia di Rienzo che li “penetra” e li esplora scomponendoli in lunghe e flessuose immagini fluttuanti per ricomporle poi  nell’opera definita,  ovvero lo scatto d’autore (dove l’autore è il fotografo  e professore Massimo Cappellani) che diviene la “materia visibile” da dove si dipana questo viaggio in retrospettiva, “dell’invisibile” con una nuova capacità di esprimere la visione del mondo  e della civiltà che l’ha prodotta…e cioè l’attuale…
L’evento artistico “Fogli” partito grazie all’idea progettuale dei suoi fondatori e organizzatori (Di Rienzo, Cappellani, Biondi, Pennacchi) e realizzato  in primis a Roma, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma – Drugstore Gallery e ospitato successivamente nel convegno internazionale “Merleau-Ponty et l’esthétique aujourd’hui”, presso l’Università degli Studi di Milano, ha avuto un’ottima annata di estimatori suscitando grande interesse ed apprezzamenti ovunque.   La rappresentazione del 3 dicembre 2011 presso la Galleria di Architettura “Come se” diretta dall’architetto Rosetta Angelini, è stata all’altezza delle aspettative per tutti coloro che vi hanno assistito.

L’ambiente minimalista, quasi informale e “raccolto”; le pareti abellite dalle fotografie del Cappellani che accogliendo i visitatori preludevano alla performance; sullo sfondo della sala  l’installazione con i Fogli e le immagini fotografiche  che su di essi prendono vita… Grandi tele con immagini immortalate  a richiamare scenari contemporanei di una carne tormentata. Esse declinano l’aspetto pittorico della chair, coagulando un orizzonte totalizzante, simultaneo darsi di passato e presente, che fonda e precede le singole figure. Il corpo  (della Di Rienzo che si “intrufola” fra i Fogli) diviene parte di questi percorsi aesthetici, una “parte totale”, come una lastra a doppia faccia. Il campo visivo così costruito rivela a poco a poco una serie di condensazioni ontologiche, di fogli “scaglionati in profondo” che trasformano lo spazio fisico in uno spazio topologico, dove ogni superficie visibile dimora nella sua ‘molteplice unità con il tutto. 

Gli ospiti assistono quasi in religioso silenzio. Alcuni di loro, intervistati al termine della rappresentazione, diranno che sembrava loro di essere proiettati in una nuova dimensione, a volte drammatica e inquieta, altre volte struggente ed emozionante; il momento dell’esplorazione corporea dei fogli di “carne” ha suscitato in molti un ritorno al momento della nascita…- mi son visto quasi inconsciamente a percorrere faticosamente la via per venire al mondo – ha commentato uno dei tanti presenti. Altri hanno apprezzato le stupende immagini fotografiche, l’installazione architettonica di Roberto Biondi e l’installazione pittorica di Vincenzo Pennacchi; altri ancora la bravura e grazia della danzatrice paragonandola ad una “libellula”, come il simpatico ultranovantenne e trasteverino d.o.c.  Alberto Terracina che oltre al plauso per l’esibizione artistica ha colto l’occasione per raccontare un pezzo della suo lungo vissuto.

La performance, come ogni momento di festa che si rispetti ha avuto anche un momento conviviale con ottimo vino e succulenti pietanze “casarecce”. Fogli ha proseguito il suo tour 2011, domenica 11 dicembre al “Teatro Valle” occupato,  dove “da mezzogiorno a mezzanotte” si sono alternate performance, eventi e dibattiti vari curati da A.R.I.A. , un’associazione culturale che vuole dialogare con il tessuto culturale e sociale del territorio romano, cercando di avvicinare l’ARTE CONTEMPORANEA ai non “addetti ai lavori”, affermando quindi la volontà, da parte degli artisti, di creare un ponte tra l’ARTE e la CITTÀ.  In questo contesto, il team di Fogli ha presenato un estratto della performance che hanno chiamato “Fogli in A.R.I.A”, con l’innesto di un inervento dell’artista Emanuela Fiorelli.
Doveroso e piacevole chiudere questa presentazione di Fogli evidenziando la loro partecipazione, sempre nel 2011, in diretta video da Roma, nel padiglione ” Immagine Italia, l’Arte ambasciatore della cultura italiana nel mondo”  presso la XXI Fiera dell’arte contemporanea di Istanbul , rappresentando di fatto l’arte contemporanea italiana all’estero.

Prossimi lavori del gruppo prevedono l’aggregazione della Poesia…. L’auspicio e l’augurio è quello che questo fenomeno artistico divenga presto patrimonio culturale, rendendolo espressione di questo tempo e consacrandolo alla storia dell’arte e dell’umanità. Carmen Minutoli

*** copyright_CM

video reportage collegati:

1)  http://youtu.be CAMIVOX’ s CHANNEL

alcune foto sono  gentilmente concesse da Massimo Cappellani  a corredo del presente servizio:   scatti della Performance al Valle per _Fogli_in_ARIA

art. presente in: http://www.mdarte.it/rubriche/recensioni/arte/minutoli/minutoli30.htm
info: Artisti Katia Di RIENZO – coreografa e danza Massimo CAPPELLANI – fotografa Roberto BIONDI – struttura architettonica Vincenzo PENNACCHI – tele pittoriche Musiche P. Bastien, A. Part, J. Xenakis, L. Glandien

***
Galleria di Architettura “come se” Via dei Bruzi 4/6, (quartiere San Lorenzo) Per contatti&informazioni arch. Rosetta Angelini_mob. 3478748969 www.comese.me.it | info@comese.me.it

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.