CARMEN MINUTOLI – Giornalista – Sito Ufficiale

JPII tra i Beati di Dio

RomaCitta del Vaticano – Piazza S.Pietro : 1 Maggio 2011

 di Carmen Minutoli

 JPII-SACRATO Karol Wojtyla, l’uomo che nel lontano 1978 divenne Papa con il nome di Giovanni Paolo II, è stato elevato agli onori degli altari con la beatificazione in Piazza S. Pietro il giorno 1 Maggio 2011; un giorno già molto significativo per la particolare concomitanza di alcune ricorrenze quali la Festa dei Lavoratori, il giorno dedicato a S. Giuseppe Lavoratore, la festività, in questo anno, della Divina Misericordia (istituita proprio da JPII), il giorno “1” di vigilia della nascita in cielo dell’amato pontefice (allorché milioni di fedeli erano riuniti sempre nella citata piazza in preghiera per l’allora sofferente Karol che il giorno dopo, il 2 aprile 2005 saliva alla “casa del Padre”).

L’evento, atteso proprio da quel dì da quanti lo volevano “Santo Subito” ha confermato il grande affetto del popolo di Giovanni Paolo II che ha voluto essere nuovamente presente a Roma per onorare la Sua persona e la Sua immensa santità… si, Santità in quanto da tutti intesa tale e che dalle affermazioni dell’attuale pontefice e di altri alti prelati sarà il successivo e forse non molto lontano traguardo per Giovanni Paolo II.

Descrivere l’evento è forse superfluo perché già noto al mondo intero, o perlomeno a quanti hanno assistito di presenza e seguito attraverso i media e internet ogni singolo momento, ogni preparativo, programma, iniziativa, attività e progetto relativi a questa storica data che resterà nella memoria di tutti e nel cuore di molti.

La mia personale convinzione è che continua a rivelarsi “vera” ogni qualvolta vi è l’occasione che ne sottolinea l’evidenza, la bella e incisiva frase pronunciata dallo stesso JPII “IO VI HO CERCATO, VOI SIETE VENUTI DA ME E PER QUESTO VI RINGRAZIO”.

JPII-BEATO-follaLe centinaia e centinaia di persone che ho visto radunarsi sotto i miei occhi (dall’osservatorio/Postazione Stampa sulla Terrazza del Braccio di Carlo Magno che affaccia su Piazza S. Pietro dove insieme ai colleghi eravamo posizionati fin dalle 4.30 del mattino) hanno confermato questa mia convinzione.

Ho potuto assistere alla lenta e coinvolgente “trasformazione” di questo suggestivo e sacro luogo preparato all’accoglienza di oltre un milione di fedeli; l’immensa piazza popolarsi di gente e di colori man mano che la luce del giorno diveniva sempre più intensa… le candide vesti dei sacerdoti, le tonache scure dei frati, nere, bianche, azzurre delle suore; i variopinti vestiti delle persone che confluivano da Via della Conciliazione verso la parte centrale della Piazza; gli abiti formali dei rappresentanti delle istituzioni e dei Capi di Stato; i vestiti casual dei giovani e giovanissimi; le differenti divise dei vari gruppi di Associazioni unite alle divise di carabinieri, poliziotti, vigili, gendarmi, operatori sanitari e volontari della sicurezza e protezione civile e alle spettacolari uniformi delle guardie svizzere; le decine e decineJPII-ALTARE-DIVINA MISERICORDIAdi manifesti, cartelloni, bandiere, striscioni, drappi, volantini; i variopinti cappelli e cappellini; le decine e decine di ombrelli (che in tanti avevano portato prevedendo pioggia e poi hanno ugualmente usato come parasole); i mega schermi posizionati un pò dappertutto dapprima grigi e quasi antiestetici e poi animati dalle immagini della celebrazione, utili e ricercati dalle migliaia di occhi (di persone lontane) altrimenti impossibilitati a poter seguire la cerimonia; il brulicare di visi, mani, corpi, mezzi, voci, suoni, rumori, canti, preghiere, applausi, cori, melodie, invocazioni… un miscuglio di emozioni che hanno preso forma e consistenza in misura sempre maggiore man mano che passava il tempo, dall’alba al momento della proclamazione ufficiale avvenuta sotto un cielo divenuto splendente di luce e calore (quasi a dispetto di ogni previsione meteo) pressoché nel momento in cui Benedetto XVI ha recitato la formula di beatificazione ufficiale: JPII BEATO 1.5.11“Auctoritate Nostra Apostolica facultates facimus ut Venerabilis Servus Dei Ioannes Paulus II, papa, Beati nomine in posterum appelletur…” e spiegando poi, nella lettera ai fedeli :

“Il giorno atteso è arrivato, è arrivato presto, perché così è piaciuto al Signore: Giovanni Paolo II è BEATO“.

“Beato te, amato Papa Giovanni Paolo II, perché hai creduto! Continua – ti preghiamo – a sostenere dal Cielo la fede del Popolo di Dio. Tante volte ci hai benedetto in questa piazza … Oggi ti preghiamo: Santo Padre, ci benedica! Amen.”

A conclusione della cerimonia, con la preghiera del Regina Caeli, pronunciata in sette lingue, Benedetto XVI ha inteso evidenziare (tra saluti e ringraziamenti) l’universalità di Giovanni Paolo II apostolo senza confini, difensore dell’uomo e dei suoi più inviolabili diritti, che ora possono contare su un ulteriore Protettore Celeste.

©Fotoservizio e video servizio in esclusiva su:
 – MINUTOLI.WORDPRESS.COM –

-MDARTE

(http://www.mdarte.it/recensioni/beatificazione-di-giovanni-paolo-ii/) 

-VOX POPULI ITALIA:

 (http://youtu.be/s1Ggmvvy3fA) – (http://youtu.be/gBQ6EASeilI) – (http://youtu.be/oSGDGlyW-EU) – (http://youtu.be/ZM3_ywTrzVE) – (http://youtu.be/5oqPlgYHBA8) – (http://youtu.be/QYsvNHH8Va4)

-IL MIO SUD  (http://www.ilmiosud.it/area/visitatori/carmen_minutoli/JPII_Beato2.htm)

 

AGGIORNAMENTI: 1° ANNIVERSARIO della BEATIFICAZIONE

-YOUREPORTER

(http://www.youreporter.it/gallerie/1_MAGGIO-_ANNIVERSARIO_BEATO_JPII_-_di_Carmen_Minutoli/#1)

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: