CARMEN MINUTOLI – Giornalista – Sito Ufficiale

marzo 30, 2010

EMMA (Marrone) CANTANTE batte EMMA (Bonino) POLITICA

EMMA MARRONE Cantante

EMMA BONINO Politica

Elezioni Regionali 2010 

Amici di Maria De Filippi 2010

 

I RISULTATI

DI DUE CORSE

DISTANTI IN TUTTO 

MA UN NOME LI ACCOMUNA:

EMMA     

Numeri, voti, candidati, eletti, sconfitti, vinti e vincitori; ed ancora polemiche, attacchi, risultati, dichiarazioni…insomma di  tutto e di più nel solito calderone che precede, accompagna e segue un periodo elettorale; come quello appena superato delle Elezioni Regionali. Che il centro destra ha in complesso sconfitto il centro sinistra  è la notizia del giorno; che  abbia concquistato due regioni “difficili” quali il Lazio e il Piemonte  (ma anche Calabria e Campania) è ufficiale; che nel Lazio, nonostante il Pdl abbia avuto il blocco delle liste,  la Polverini, loro candidata, abbia vinto e ne è giustamente orgogliosa e felice è ormai sui titoli di tutti i quotidiani  cartacei e on line… che il Premier Berlusconi ne sia più che soddisfatto è scontato; che il centro sinistra incassa la sconfitta manifestandolo in modo differente a seconda che a parlarne è Di Pietro piuttosto che Bersani o altri  “rossi” storici esponenti,  è conseguenziale… E in tutto questo aleggia anche un nome : Emma, che nel caso politico è riferito ad Emma Bonino sconfitta da Renata Polverini nonostante quest’ultima è apparsa nella scena politica nazionale da pochissimo rispetto alla storica e navigata Emma Bonino.

Ma ieri, mentre la disputa delle regionali si combatteva all’ultima scheda e la maggioranza degli italiani seguiva i risultati minuto per minuto  nei vari Porta a Porta, Tg,  internet ecc… su Canale 5 si disputava un’altra “battaglia” :  la finalissima di “Amici” condotta da Maria De Filippi. Ed anche qui il combattimento all’ultima “nota” fra i finalisti  veniva seguito da una bella percentuale di italiani ( notoriamente  di target “giovane” e poco interessato alla politica); ed anche qui le  contendenti finali sono due donne ( come le due contendenti politiche del Lazio); ed anche qui c’è una Emma, ossia Emma Marrone 25enne pugliese concorrente nella nona edizione di “Amici”.

Ma qui, il risultato  si capovolge: l’Emma cantante  vince , quasi contemporaneamente mentre su Rai Uno annunciavano che l’Emma politica veniva sconfitta. Alla faccia di tutti quelli che pensano che alle volte il destino sta nel nome ( se proprio  ci si vuol scherzare su).

Perchè confondere  l’evento politico di questa primavera con un evento più “leggero” quale è uno spettacolo televisivo…

Dov’è il problema?  La politica non è  spesso e volentieri anch’essa “spettacolo”? Anzi ultimamante non è più spettacolare  e “gossippara” la politica che altro?

Senza offesa per alcuno e senza nulla togliere a quanti  si dedicano alla politica con dedizione, credendo che dovrebbe essere uno strumento garante del benessere sociale, della stabilità governativa, della sicurezza e della giustizia.

Complimenti ai vincitori e in bocca al lupo agli sconfitti; ma soprattutto AUGURI agli Italiani che nonostante tutto continuano a credere che un mondo migliore sia sempre possibile.  E lo è!

Carmen Minutoli

Annunci

gennaio 29, 2009

Mino Reitano, un Ragazzo di Calabria che ha conquistato l’Italia a “colpi di note”

Nel saluto a Reitano il ricordo di mio padre

Tara Pokì: nel salutare oggi il popolare cantante scomparso il 27-01-09, famoso per “il tempo delle more”, “avevo un cuore che ti amava tanto”, “una chitarra,cento illusioni”,”Italia” e tante altre belle canzoni, il mio pensiero è andato a quel suo film girato circa 35 anni fa e dove mio padre Antonio Minutoli ha partecipato come comparsa, recitando accanto a Mino; per anni, specie quando l’artista era presente in Tv ho sentito mio padre citare quell’esperienza vissuta quando entrambi erano dei giovani uomini, semplici, ottimisti, e con la vita davanti. Oggi entrambi si ritrovano in cielo…. a mio padre  ho dedicato “Silence”

Ad entrambi, nel ricordo che li accomuna , dedico questa frase: “a bocca di lupo” (sono certa che loro capiscono)

Carmen Minutoli

 

 

Per coloro che non conoscono il film Tara Pokì(di cui conservo una copia  come souvenir per la partecipazione di mio padre), questa è una sinesi della trama:

Tara Pokì

Figlio di un modesto carrettiere in un paese dell’Aspromonte, Mico Sarrabanda (Reitano) trova in don Cialormo Pokì, barone del posto, un interessato protettore. Infatti, deciso a vendicarsi del rivale don Vincenzo Parroni, il Pokì incarica Mico di appiccare il fuoco al deposito d’olive di quello e lo nomina “mastro di jornata”. Ringalluzzito, il giovanotto chiede la mano di Tara Pokì, figlia del suo ricco padrone e, avendo ricevuta una sprezzante risposta, lo affronta e lo uccide. Gesù Pokì, figlio del defunto, a sua volta ammazza Pasquale, il padre di Mico, e rimane accoltellato nel duello che ha con lo stesso. Ormai la protezione della maestrina donna Grazia non basta più al Sarrabanda che, lasciando solo in paese il fratellino Gaetano, si trova costretto a riparare in America ove viene accolto dal calabrese Don Fifì. Orgoglioso e coraggioso, in breve tempo Mico si assicura onore e denaro aiutando la giustizia del West come cacciatore di taglie. Credendo di potere ora realizzare il suo sogno, chiede la mano di Tara Pokì alla quale ha scritto numerose lettere rimaste senza risposta. Tara lo raggiunge in America e si finge innamorata per ucciderlo proprio nel corso della cerimonia nuziale.locandina-tarapochi-reitano

 

altre news su internet

CM

29-01-2009

Blog su WordPress.com.