CARMEN MINUTOLI – Giornalista – Sito Ufficiale

aprile 20, 2013

ELEZIONE del PRESIDENTE della REPUBBLICA ITALIANA

1° E 2° GIORNO DI VOTAZIONI:

  • MARINI  “SILURATO” DALLA SINISTRA
  • PRODI “SILURATO” DALLA DESTRA
  • GABANELLI E STRADA RIFIUTANO PROPOSTA
  • RODOTA’ E BONINO ANCORA IN BALLO

3° GIORNATA DI VOTAZIONI:

NAPOLITANO CERCATO DA TUTTI  PER SUA RICANDIDATURA, COME SOLUZIONE, MA LUI HA CONTINUATO A RIFIUTARE; ALLE ORE 12.20 DEL 20-4-12  IN QUIRINALE HA CONVOCATO UNO AD UNO GLI ESPONENTI DEI PARTITI, BERSANI, BERLUSCONI, MONTI…. MENTRE ALLA CAMERA dei DEPUTATI, ULTIMATE LE VOTAZIONI,  PER LA 5°VOLTA, SI COMINCIA LA LETTURA DELLE SCHEDE ……….

************

Questa la situazione aggiornata al momento; una situazione che certamente evidenzia come questa stagione politica e la 2°Repubblica si stia avviando al termine.

E’ ora del cambiamento e l’inizio della 3° Repubblica è una prerogativa che si va delineando sempre più; una nuova stagione della politica italiana che deve ripartire facendo tesoro dell’esperienza passata, guardando agli errori commessi con serena obiettività e superarli con altrettanta serenità e determinazione.

La maratona di queste presidenziali sottolinea ancora di più lo sfacelo in cui riversa l’Italia ormai da decenni, ad ogni livello ( partitico, politico, economico,finanziario, culturale, imprenditoriale, sociale, umano).

Se  non vi è una presa di coscienza dei singoli e della collettività e una forte responsabilità di quanti in questo momento gestiscono la nostra nazione non si può trovare soluzione idonea e condivisa.

Basta con i “dispettucci”, il “passapalla”, le “velate vendette”,  le “invidie e competizioni”, il guardare solo al proprio tornaconto, l’attaccamento alla poltrona, la voglia di potere e prestigio personale rispetto al benessere dell’intera società italiana….

Occorre unione, solidarietà, interscambio e disponibilità reciproca, onestà gli uni verso gli altri e attenzione per i più deboli che devono avere la maggior tutela rispetto a tutti.

Il nuovo Presidente della Repubblica , il nuovo Presidente del Consiglio, il nuovo Governo Italiano, (senza dimenticare il nuovo Sindaco di Roma Capitale) , in breve, il RINNOVAMENTO di TUTTE le ISTITUZIONI ITALIANE  ( e della POLITICA ITALIANA)  sono oggi più che mai scelte importanti quali fattori fondamentali per la ripresa di un  paese garante di libertà e democrazia…

Alle ore 13.19 Laura Boldrini annuncia che la ripresa delle votazioni riprenderà alle ore 15.00 ( anche la 5° votazione  è infatti andata a vuoto).

Si pensa che i voti saranno concentrati su Giorgio Napolitano per un 2° mandato…. se accetta l’invito che gli è stato posto da tutte le forze politiche in campo e se dalle votazioni uscirà eletto….

Carmen Minutoli

Annunci

aprile 26, 2012

ITALIA: Festa della LIBERAZIONE

liberazione quotidiano

liberazione quotidiano (Photo credit: agenziami)

Festa della Liberazione

25 aprile 1945 – 25 aprile 2012

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, all’incontro al Quirinale con gli esponenti delle Associazioni Combattenti e d’Arma, nel 67° anniversario della Liberazione ha definito il 25 aprile  con queste parole: << Una ricorrenza fondamentale nella storia dell’Italia Unita, di quelle che più ne hanno segnato il cammino sulla via dell’indipendenza, della dignità, della libertà, della coesione nazionale >>. Durante l’evento ufficiale a Pesaro ha affermato:  <la Festa della Liberazione è anche festa della riunificazione dell’Italia brutalmente divisa in due, dopo l’8 settembre del 1943, dall’occupazione tedesca. Anche di ciò – di quel terribile, sanguinoso periodo di divisione del nostro paese, che avrebbe potuto essere fatale per il futuro dell’Italia – bisogna continuare a rievocare e trasmettere la storia>.

La ricorrenza è stata quindi festeggiata come ogni anno in molte città italiane e naturalmente ha suscitato opinioni diversificate e atteggiamenti favorevoli o contrari da più parti e fra i giovani e giovanissimi in molti hanno sostenuto di  aver trascorso tale giorno come uno qualsiasi, con il solo beneficio del riposo festivo (alias, niente scuola o lavoro).

Fra le varie opinioni raccolte  tra la gente ( turisti e residenti nella Capitale)  invito ad ascoltare l’interessante ed esclusiva intervista fatta a un importante imprenditore italiano, residente a Roma, (che ha chiesto di essere chiamato solo con il nome, Ing. Vincenzo – ma che non sarà difficile, visto la notorietà, identificare – e come promesso cito solo il nome,  sia nell’articolo che nella presentazione, facendo, come noterete,  non poco fatica, visto il “farfugliare tra signor e ingegner…ma le promesse si mantengono… – )

L’intervista  vuole evidenziare il pensiero di persone che quella storica data l’hanno vissuta in prima persona.

Interessante, nelle dichiarazioni dell’Ing. Vincenzo, l’idea di come questa ricorrenza  abbia cambiato “essenza” nel corso dei decenni…ascoltatelo…

video interista su: YOUREPORTER.IT  =  http://www.youreporter.it/video_Festa_della_Liberazione_-_Intervista_di_Carmen_Minutoli

su: YOUTUBE  = CAMIVOX’s CHANNEL – VOXPOPULI BY CARMEN MINUTOLI

Roma, 26/04/2012

Carmen Minutoli

novembre 12, 2011

Silvio Berlusconi si è dimesso

dall’art. delle elezioni politiche del 14 aprile 2008 : iL PDL di SILVIO BERLUSCONI VINCE LE ELEZIONI (IV GOVERNO BERLUSCONI)

“……..Caro Presidente , gli Italiani  applaudono all’onore della Vittoria ma le consegnano  contemporaneamente l’onere di “Rialzare l’Italia”  cosa che urge fare e come  Lei ha sempre sostenuto, durante la Sua campagna Elettorale, di voler e poter fare . 
Come dire…. adesso non ci sono scuse…”
 
Scrivere  questa frase a chiusura dell’articolo sull’Election Dayhttps://minutoli.wordpress.com/2008/04/14/election-day-2008-a-cura-di-carmen-minutoli/)  mi era sembrato doveroso e devo dire che in fondo ci speravo proprio, così come la maggior parte degli Italiani, che IL NOSTRO  BEL PAESE fosse RIALZATO (così come il Premier aveva sostenuto convincendo gli Italiani   a votarlo perché  era lui la persona giusta, l’unico a poter risollevare le sorti dell’Italia).
 
Oggi 12/11/2011 il Presidente del Consiglio ( ormai ex) si è recato al Quirinale e si è dimesso  come preannunciato nei scorsi giorni dopo che l’8/11/11 il voto sul Rendiconto è passato con 308 voti, non sufficienti  e lontani dai 316 necessari per avere la maggioranza assoluta. Berlusconi  aveva precisato di attendere il voto sul Rendiconto per decidere sul da farsi e così è stato, annunciando le dimissioni ma solo dopo la legge di stabilità.
La legge anticrisi è quindi stata approvata dal Senato l’11/11/11  ed oggi alle ore18 è passata alla Camera con 380 voti ( 26 no e 2 astenuti). Di conseguenza Silvio Berlusconi si è recato al Quirinale  (20.30 circa) e  ha firmato davanti al Presidente Giorgio Napolitano .
 
I media sono focalizzati su quest’evento e ciascuno a proprio modo  lo vive  “in diretta”, comprese le centinaia di persone che hanno affollato  le vie di Roma ( presso Palazzo Grazioli e il Quirinale)  reagendo  di conseguenza, anche qui ciascuno a proprio modo (chi applaude e chi fischia, chi lo elogia e chi lo condanna, che gli urla contro e chi lo rincuora)….
 
Ebbene,
Berlusconi lascia l’incarico di Presidente del Consiglio ( che passerà a Mario Monti e al suo “governo  tecnico” – provvisorio? – forse…… in attesa di andare al voto….) e con lui si chiude un’altra fase della politica di questa Repubblica così travagliata e sfiduciata.
 
Unica considerazione, anche questa obbligatoria:
 L’Italia (quasi fagocitata dalla  attuale bufera e crisi europea e mondiale)  ha sempre bisogno di essere  RIALZATA ( e oggi ancor più di ieri)!
 
Forse  non servono le scuse, ma  soprattutto non serve la caccia ai “traditori” e ai colpevoli a tutti i costi.
 
Oggi l’Italia ha  bisogno di un Governo che abbia solo a cuore il benessere dell ‘ITALIA e degli ITALIANI! 
 Carmen Minutoli
 
 
Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.